CORONAVIRUS, DISPOSIZIONI IN VIGORE DAL 4 MAGGIO 2020

by Federico Sacconi

CORONAVIRUS, DISPOSIZIONI IN VIGORE DAL 4 MAGGIO 2020

by Federico Sacconi

by Federico Sacconi

Si comunicano le principali misure in vigore dal 4 maggio 2020 stabilite dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile.

✅ Sono consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute e per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento utilizzate le mascherine
❎ E’ vietato a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute;
✅ E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
❎ E’ vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati;
✅ E’ consentito l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici condizionato al divieto di assembramento e al rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
✅ E’ consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto e svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività;
❎ Restano sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati; sono ammesse le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal CONI
❎ Sono sospese le manifestazioni organizzate, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
✅ E’ ammessa l’apertura dei luoghi di culto condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e la distanza tra loro di almeno un metro.
❎ Restano sospese le cerimonie civili e religiose;
✅ Sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di parenti di primo e secondo grado e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando mascherine protettive e rispettando rigorosamente le misure di distanziamento sociale;
❎ Restano sospesi i servizi di apertura al pubblico dei musei;
❎ Restano sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado; sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
❎ Sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi;
✅ Viene limitato l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA);
❎ Restano sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità;
✅ Aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie con distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
❎ Restano sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Consentita la ristorazione con consegna a domicilio nonché la ristorazione con asporto fermo restando l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi;
❎ Sospese le attività inerenti servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti)
✅ Consentite le attività professionali raccomandando lavoro agile e protocolli di sicurezza;
❎ Sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 3 del DPCM;
✅ Consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità, i servizi essenziali, l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché di prodotti agricoli e alimentari, le attività svolte con lavoro agile;
✅ Le imprese, che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020;

📌 Vanno usate protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento del distanziamento fisico. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti; l’utilizzo corretto delle mascherine di comunità va ad aggiungersi alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie.

Nuovo modulo di autocertificazione per la circolazione nel territorio e per l’uscita dalle zone in cui vengono applicate le misure d’urgenza
per comprovati motivi di lavoro

———————————————————————————————————————————————

Da lunedì 4 maggio, oltre al DPCM del 26 aprile 2020, è in vigore l’ordinanza del Presidente della Regione Veneto che prevede, fra le altre, le seguenti misure:

  •  Possibilità di fare visita ai congiunti su tutto il territorio regionale. Sono congiunti marito, moglie, compagno convivente, persone legate da uno stabile legame affettivo, parenti fino al sesto grado come i figli dei cugini tra loro, secondi cugini tra loro, affini al quarto grado. È richiesta l’ autocertificazione.

  • Obbligo di utilizzo della mascherina o altro strumento di copertura naso-bocca, guanti e/o gel igienizzanti. Non sono soggetti all’obbligo i bambini sotto i 6 anni e i soggetti con forme di disabilità. Chi fa attività motoria intensa è esonerato dall’utilizzo della mascherina, che va comunque indossata al termine dell’attività.

  • Possibilità di svolgere attività motoria a livello individuale. È ammesso spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo di svolgimento dell’attività (es. palestra di roccia, spiaggia ecc.) nel limite del territorio regionale.

  • Possibilità di svolgere attività sportiva individuale per atleti professionisti e non, di sport individuali e non (anche tutti gli sport di squadra) che possono tornare a utilizzare gli impianti sportivi, come le piscine, rispettando le norme previste a cominciare da quelle su distanziamento di due metri.

  • Consentito lo spostamento da e verso la seconda casa ai fini di manutenzione e vigilanza, ai proprietari e ai locatari. La norma vale anche per i camper.

  • Riaprono parchi e giardini secondo le disposizioni dei singoli Comuni

  • Negli esercizi commerciali si accede da soli salvo accompagnamento di minori (la mamma può andare a far la spesa col bambino) o di persone non autosufficienti.

  • Obbligo di utilizzo della mascherina su bus e treni con distanziamento sociale di 1 metro.

  • All’interno dei mezzi privati è consentito non indossare la mascherina se in auto ci sono persone tutte conviventi. Per il trasporto di persone non conviventi l’uso della mascherina è obbligatorio per tutti oppure vale il distanziamento di 1 metro.

  • È disposta la chiusura nei giorni festivi degli esercizi commerciali di vendita generi alimentari, apparecchi elettronici e telefonici, di elettrodomestici, ferramenta, illuminazione, fotografia, salva la vendita a domicilio o per asporto.

  • L’accesso agli esercizi commerciali avviene ad opera di un componente di ciascun nucleo famigliare, salvo accompagnamento di minori di anni 14 o di persone non autosufficienti.

  • link al provvedimento integrale https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioOrdinanzaPGR.aspx?id=419547

Si ricordano infine le principali raccomandazioni igieniche, valide per tutti i cittadini, per il contenimento della diffusione del virus:

– Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni a base di alcol
– Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
– Coprirsi bocca e naso se starnutisci o tossici
– Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
– Qualora non necessario evitare luoghi chiusi e di grande aggregazione

Top